Cause comuni di livelli elevati di glucosio nel sangue nei non diabetici

Common Causes of High Blood Glucose Levels in Non-Diabetics

Livelli elevati di glucosio nel sangue sono generalmente associati al diabete , ma sapevi che anche i non diabetici possono sperimentare picchi nei livelli di zucchero nel sangue? Anche se potrebbe non essere così comune o grave come nei soggetti diabetici, comprendere le ragioni alla base dell’elevata glicemia nei non diabetici è fondamentale per mantenere la salute generale. In questo blog esploreremo alcune cause comuni di alti livelli di glucosio nel sangue negli individui non diabetici.

 

Mangiare troppo

La glicemia di tutti aumenta dopo un pasto abbondante a causa della digestione e dell'utilizzo dei carboidrati da parte del corpo per produrre energia. Per coloro che non presentano resistenza all’insulina, i livelli ritornano alla normalità entro un paio d’ore. Tuttavia, mangiare porzioni abbondanti o spuntini frequenti e zuccherati sovraccarica il sistema, causando potenzialmente il persistere di livelli elevati.

High_Blood_Glucose_Causes_Overeating

Fonte immagine: https://www.eehealth.org/blog/2016/07/stop-emotional-eating/ 

 

Fatica

Quando il nostro corpo si sente minacciato da stress emotivo o fisico, gli ormoni dello stress come il cortisolo e l’epinefrina vengono rilasciati per aiutarci ad affrontare la situazione. Questa risposta di "lotta o fuga" promuove il rilascio di glucosio dal fegato per ottenere energia rapida. In alcuni casi, si verificano picchi temporanei nei non diabetici a causa di importanti eventi della vita o malattie.

 

Mancanza di attività fisica

L’attività fisica regolare svolge un ruolo fondamentale nella regolazione dei livelli di glucosio nel sangue. L’inattività o uno stile di vita sedentario possono contribuire alla resistenza all’insulina, rendendo più difficile per le cellule assorbire il glucosio dal flusso sanguigno. Di conseguenza, i livelli di zucchero nel sangue possono rimanere elevati nel tempo. Fare esercizio fisico regolare può aiutare a migliorare la sensibilità all’insulina e a controllare meglio i livelli di glucosio nel sangue nei non diabetici.

High_Blood_Glucose_Causes_Lack_of_Activity

Fonte immagine: https://brigadoonfitness.com/warning-lack-of-exercise-is-detrimental-to-your-health/

 

Farmaci

Alcuni farmaci come gli steroidi, i diuretici e gli antidepressivi possono aumentare lo zucchero nel sangue influenzando la secrezione di insulina o la risposta delle cellule all'insulina. Altri colpevoli includono contraccettivi orali, beta-bloccanti e antipsicotici atipici. Collabora con il tuo medico per esplorare alternative, se possibile, per la gestione della condizione.

 

Mancanza di sonno

Se non si ottiene un sonno adeguato, il sonno di qualità aumenta i livelli di cortisolo e compromette la risposta dell’insulina il giorno successivo. Uno studio ha rilevato che anche solo una notte di deprivazione parziale del sonno ha aumentato i livelli di zucchero nel sangue post-pasto fino al 16% negli adulti non diabetici. Mantenere un orario costante dalle sette alle nove ore per notte è l'ideale.

 

Prediabete

Quando il controllo dello zucchero nel sangue inizia a peggiorare, gli individui possono avere un “ prediabete ”, ovvero livelli più alti del normale che non soddisfano pienamente i criteri diagnostici per il diabete di tipo 2. I cambiamenti dello stile di vita sono fondamentali in questa fase per invertire la rotta attraverso una moderata perdita di peso o un aumento dell’attività fisica, riducendo il rischio di progressione.

 

Oltre a comprendere le cause comuni, il sistema di monitoraggio continuo del glucosio (CGM) SIBIONICS GS1 può anche fornire informazioni utili. Il piccolo sensore impermeabile trasmette letture del glucosio in tempo reale ogni 5 minuti per un massimo di 14 giorni ininterrottamente senza la necessità di scansionare o pungere i campioni di sangue. Ciò fornisce un modo conveniente per monitorare regolarmente e costantemente i livelli di glucosio.

 SIBIONICS_GS1_CGM_Clear_Data_View

 

Raccogliendo dati di monitoraggio dettagliati nel tempo, gli utenti possono scoprire se determinate attività quotidiane come sonno insufficiente, esercizio fisico intenso o ormoni influiscono temporaneamente sui livelli di glucosio. Se vengono identificate variazioni minori potenzialmente correlate a fattori scatenanti specifici, le informazioni empiriche di SIBIONICS GS1 possono aiutare a facilitare un'ulteriore discussione personalizzata con un medico sugli aggiustamenti minori dello stile di vita secondo necessità.

 

In sintesi, il riconoscimento delle cause comuni dell'iperglicemia durante l'utilizzo di un monitor continuo del glucosio come il SIBIONICS CGM consente ai non diabetici di monitorare in modo completo la glicemia e identificare precocemente eventuali anomalie. Ciò consente di adottare adeguate misure di auto-cura per mantenere un intervallo glicemico ottimale e potenzialmente ridurre il rischio a lungo termine di sviluppare il diabete .

 

Domande frequenti:

D: Quali sono i livelli elevati di glucosio nel sangue nei non diabetici?

R: Un livello di glicemia a digiuno superiore a 100 mg/dl o un livello post-pasto superiore a 140 mg/dl nelle 2 ore successive al pasto è considerato elevato. Livelli costantemente elevati potrebbero indicare prediabete o la necessità di ulteriori indagini.

D: Quanto durano i picchi glicemici postprandiali?

R: I picchi postprandiali della glicemia raggiungono solitamente il picco circa 1-2 ore dopo il pasto e ritornano al valore basale entro 3-4 ore negli individui sani. Tuttavia, questa tempistica può variare in base a fattori quali la composizione del pasto e il metabolismo individuale.

D: Il caffè influisce sullo zucchero nel sangue?

R: Il caffè nero da solo non influisce in modo significativo sui livelli di zucchero nel sangue. Tuttavia, il caffè con zucchero e panna può aumentare i livelli a causa dei carboidrati e delle calorie aggiunti. Per un miglior controllo, si consiglia di bere il caffè nero o con un goccio di latte.

D: Il digiuno aumenta la glicemia?

R: Il digiuno a breve termine per 8-16 ore non causa iperglicemia nella maggior parte degli individui sani. Ma le diete a bassissimo contenuto calorico o il digiuno prolungato per 24 ore senza supporto di elettroliti/nutrienti possono aumentare i livelli a causa dei cambiamenti ormonali legati allo stress e della gluconeogenesi nel fegato. È importante monitorare attentamente i livelli di zucchero nel sangue durante i periodi di digiuno, soprattutto per quelli con condizioni preesistenti.

D: Cos'è una conversione del livello di glucosio nel sangue di 180 mg/dL?

R: Un livello di zucchero nel sangue di 180 mg/dL (milligrammi per decilitro) equivale approssimativamente a 10 mmol/L (millimoli per litro).