5 modi in cui il sonno influisce sui livelli di glucosio nel sangue

5 Ways Sleep Affects Your Blood Glucose Levels

Il sonno è spesso acclamato come l’eroe non celebrato della buona salute, influenzando tutto, dall’umore alle funzioni cognitive. Ma sapevate che svolge un ruolo significativo anche nella regolazione dei livelli di glucosio nel sangue? Sì, la qualità e la quantità del tuo sonno possono avere un impatto significativo sul modo in cui il tuo corpo gestisce il glucosio, la fonte primaria di energia. In questo articolo, esploriamo cinque modi in cui il sonno influisce sulla glicemia:

 

1. Sensibilità all'insulina:

Uno dei meccanismi chiave attraverso i quali il sonno influenza i livelli di glucosio nel sangue è la sensibilità all’insulina. Un sonno adeguato aiuta a mantenere una sensibilità ottimale all’insulina, consentendo alle cellule di rispondere in modo efficiente ai segnali dell’insulina per assorbire il glucosio dal flusso sanguigno. Tuttavia, quando il sonno è inadeguato o interrotto, come si osserva in condizioni di sonno come la sindrome delle apnee ostruttive del sonno (OSAS) o l’insonnia cronica, la sensibilità all’insulina diminuisce. Questa ridotta sensibilità può portare alla resistenza all’insulina, in cui le cellule diventano meno reattive all’insulina, con conseguente aumento dei livelli di glucosio nel sangue.

 

2. Squilibrio ormonale:

La privazione del sonno può interrompere il delicato equilibrio degli ormoni coinvolti nella regolazione dello zucchero nel sangue. La ricerca indica che il sonno è insufficiente può aumentare i livelli di cortisolo la mattina successiva, un ormone dello stress noto per compromettere l'azione dell'insulina. Inoltre, un sonno inadeguato è associato ad alterazioni degli ormoni che regolano l’appetito, come la diminuzione dei livelli di leptina e l’aumento dei livelli di grelina. Questi squilibri ormonali possono portare a un eccesso di cibo, ad un aumento di peso e, in definitiva, a un peggioramento del controllo della glicemia.

 

3. Controllo glicemico notturno:

I disturbi del sonno possono anche avere un impatto sui livelli notturni di glucosio nel sangue, influenzando il controllo glicemico generale. Gli individui con disturbi del sonno hanno maggiori probabilità di sperimentare fluttuazioni dei livelli di zucchero nel sangue durante il sonno, caratterizzati da periodi di ipoglicemia notturna seguiti da iperglicemia di rimbalzo. Queste frequenti fluttuazioni dello zucchero nel sangue interrompono i ritmi del sonno e pongono ulteriori rischi per la salute metabolica a lungo termine. È stato suggerito che la privazione del sonno potrebbe contribuire allo sviluppo dell’obesità e del diabete di tipo 2. Il meccanismo di influenza metabolica è rappresentato come segue:

Vie metaboliche che collegano i disturbi del sonno con lo sviluppo del diabete di tipo 2

Fonte immagine: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4381534/ 

 

4. Metabolismo del glucosio:

Il sonno svolge un ruolo vitale nella regolazione del metabolismo del glucosio, il processo mediante il quale il corpo elabora e utilizza il glucosio per produrre energia. UN studio che hanno studiato se l’estensione del sonno in individui cronicamente privati ​​del sonno migliorerebbe il metabolismo del glucosio, hanno anche suggerito che una quantità di sonno oggettivamente prolungata potrebbe apportare benefici alla salute metabolica. Diversi esperimenti ben strutturati sulla restrizione del sonno hanno anche confermato che la privazione del sonno può compromettere il metabolismo del glucosio, il che potrebbe portare a una diminuzione dell’assorbimento di glucosio da parte dei tessuti e ad un aumento della produzione di glucosio da parte del fegato. Queste alterazioni nel metabolismo del glucosio alla fine contribuirebbero a livelli elevati di glucosio nel sangue e resistenza all’insulina.

 

5. Fattori legati allo stile di vita:

Oltre ai meccanismi fisiologici diretti, il sonno influenza anche fattori legati allo stile di vita che influiscono sui livelli di glucosio nel sangue. Ad esempio, un sonno insufficiente o scarso spesso aumenta il desiderio di cibi zuccherati e ricchi di carboidrati, oltre a diminuire la motivazione per l’attività fisica. Questi cambiamenti comportamentali possono contribuire a scelte alimentari sbagliate, aumento di peso e alterazione del metabolismo del glucosio nel tempo.

poor-sleep-can-lead-to-increased-cravings

Fonte immagine: https://news.uga.edu/avoid-overeating-working-from-home/ 



Suggerimenti per il sonno per una migliore gestione del glucosio:

Considerata l’intricata relazione tra il sonno e la regolazione del glucosio nel sangue, dare priorità alla qualità del sonno è fondamentale per la salute e il benessere generale. Ecco alcuni suggerimenti per migliorare l’igiene del sonno e supportare il controllo ottimale della glicemia:

  • Mantieni un programma di sonno coerente: mira a un sonno di qualità da sette a nove ore ogni notte e prova ad andare a letto e svegliarti alla stessa ora ogni giorno, anche nei fine settimana.
  • Crea una routine rilassante per andare a dormire: rilassati prima di andare a letto impegnandoti in attività rilassanti come la lettura, la meditazione o un leggero stretching yoga. Riduci al minimo l’esposizione a luci blu, schermi e contenuti stimolanti almeno un’ora prima di andare a dormire.

  • Ottimizza l'ambiente in cui dormi: crea un ambiente favorevole al sonno mantenendo la tua camera da letto relativamente fresca, buia e silenziosa. Se possibile, investi in un materasso e dei cuscini comodi per favorire un sonno ristoratore.

  • Limita gli stimolanti e i pasti pesanti prima di andare a letto: evita la caffeina e cibi pesanti, piccanti o oleosi prima di andare a dormire, poiché possono disturbare il sonno e esacerbare i sintomi del reflusso.

  • Rivedi i tuoi modelli glicemici notturni: indossa un sensore di monitoraggio continuo del glucosio come il GS1 , che offre monitoraggio del glucosio in tempo reale e genera rapporti giornalieri completi sul glucosio per rivedere e migliorare la gestione della glicemia.

  • Cerca aiuto professionale se necessario: Se soffri di problemi cronici del sonno o sospetti un disturbo del sonno sottostante, consulta un allenatore del sonno o un operatore sanitario per una valutazione completa e un piano di trattamento più personalizzato.

 

Conclusione:

La relazione tra sonno e regolazione della glicemia è complessa e sfaccettata. Comprendendo come il sonno influenza la sensibilità all’insulina, l’equilibrio ormonale, il controllo glicemico, il metabolismo del glucosio e i comportamenti, possiamo apprezzare l’importanza di dare priorità alla qualità del sonno per la gestione del glucosio e la salute metabolica generale.

Se hai difficoltà a ottenere un sonno ristoratore o riscontri difficoltà con la gestione del glucosio, prova a seguire i suggerimenti per la promozione del sonno menzionati in questo articolo e valuta la possibilità di consultare un operatore sanitario o uno specialista del sonno quando necessario. Affrontando i disturbi del sonno e adottando sane abitudini di sonno, puoi ottimizzare il controllo della glicemia e promuovere il benessere generale. Ricorda, il sonno non è solo un momento di inattività: è una componente fondamentale di uno stile di vita sano.

 

FAQ:

D: La qualità del sonno è importante per il controllo del glucosio?

R: Sì, la qualità del sonno è importante. Il sonno ristoratore, caratterizzato da cicli di sonno ininterrotti e da un adeguato tempo trascorso nelle fasi di sonno profondo, è essenziale per una corretta regolazione del glucosio. Una scarsa qualità del sonno, come risvegli frequenti o disturbi del sonno come l’apnea notturna, possono compromettere il metabolismo del glucosio.

D: In che modo il ritmo circadiano influenza il controllo del glucosio durante il sonno?

R: Il ritmo circadiano, o orologio interno del corpo, regola vari processi fisiologici, incluso il metabolismo del glucosio. Determina i tempi del rilascio di ormoni, come l’insulina e il cortisolo, che sono cruciali per il controllo del glucosio. Le interruzioni del ritmo circadiano, come il lavoro a turni o gli orari di sonno irregolari, possono influenzare negativamente la regolazione del glucosio.

D: Il miglioramento delle abitudini del sonno può aiutare a gestire il diabete?

R: Sì, migliorare le abitudini del sonno può avere un impatto positivo sulla gestione del diabete. Un sonno costante, sufficiente e di alta qualità può migliorare la sensibilità all’insulina e promuovere un migliore controllo del glucosio. Le strategie per migliorare il sonno possono includere il mantenimento di un programma di sonno regolare, la creazione di un ambiente favorevole al sonno, la gestione dello stress e la risoluzione dei disturbi del sonno, se presenti.

D: In che modo la privazione del sonno influisce sulla sensibilità all'insulina?

R: La privazione del sonno può portare a una diminuzione della sensibilità all'insulina, rendendo più difficile per le cellule rispondere all'insulina e regolare efficacemente i livelli di zucchero nel sangue. Ciò può contribuire alla resistenza all’insulina e aumentare il rischio di diabete di tipo 2.

Riferimenti:

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/9415946/ 

https://www.news-medical.net/health/Ghrelin-and-Sleep.aspx 

https://jcsm.aasm.org/doi/10.5664/jcsm.7758 


Sistema di monitoraggio continuo del glucosio (CGM) SIBIONICS GS1

Nuovo di zecca

Sistema di monitoraggio continuo del glucosio (CGM) SIBIONICS GS1

Letture del sensore altamente accurate
Glucosio continuo per 14 giorni
Monitoraggio Calibrazione gratuita
Nessuna scansione
Report AGP esportabili
IP28 impermeabile
Allarme glucosio personalizzabile
Applicazione facile da usare
Dati sul glucosio condivisibili in tempo reale

Acquista GS1