Controllare lo zucchero nel sangue attraverso il sequenziamento degli alimenti

Controlling Blood Sugar Through Food Sequencing

Mantenere livelli sani di zucchero nel sangue è una parte importante della gestione del diabete e del benessere generale. Anche se la dieta e l’esercizio fisico svolgono un ruolo importante , anche l’ordine in cui consumiamo gli alimenti può avere un impatto significativo sui picchi e sui cali della glicemia post-pasto. Sequenziando strategicamente i nostri pasti giornalieri, è possibile ottenere un controllo più stabile dello zucchero nel sangue senza dover cambiare radicalmente ciò che mangiamo.

 

Comprendere la sequenza alimentare

Il sequenziamento alimentare si riferisce all’ordine in cui i vari nutrienti vengono consumati durante un pasto. L'idea di base ruota attorno al consumo di alimenti che hanno un impatto minimo sullo zucchero nel sangue prima di quelli che possono causarne un picco . Sequenziando strategicamente gli alimenti, gli individui possono potenzialmente mitigare la risposta glicemica dei loro pasti, portando a livelli di zucchero nel sangue più stabili durante il giorno.

 Blood_Sugar_Control_Food_Sequencing

Fonte immagine: https: //khni.kerry.com/news/articles/the-trick-to-getting-people-to-eat-healthy-food-may-just-be-how-you-name-it/

 

Il ruolo dei macronutrienti

I macronutrienti, vale a dire carboidrati, proteine ​​e grassi, provocano ciascuno un effetto diverso sui livelli di zucchero nel sangue:

  • Carboidrati : gli alimenti contenenti carboidrati hanno l'impatto più significativo sui livelli di zucchero nel sangue poiché vengono scomposti in glucosio durante la digestione.
  • Proteine: le proteine ​​hanno un effetto relativamente minore sui livelli di zucchero nel sangue, ma possono influenzare la risposta glicemica se consumate insieme ai carboidrati.
  • Grassi: i grassi rallentano la digestione e l’assorbimento dei carboidrati, attenuando potenzialmente l’aumento dei livelli di zucchero nel sangue.

 

Implementazione del sequenziamento alimentare per il controllo della glicemia

  1. Innanzitutto le proteine

Dare priorità all’assunzione di proteine ​​rispetto ai carboidrati nei pasti può aiutare a controllare i livelli di zucchero nel sangue. Le proteine ​​(e in particolare le proteine ​​del siero di latte) stimolano l’insulina e rallentano lo svuotamento gastrico, riducendo l’impatto dei carboidrati sui livelli di glucosio.

food-sequencing-research

Fonte immagine:  https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4876745/

Ad esempio, a colazione, finisci di mangiare le uova o lo yogurt greco 30 minuti prima del pane tostato. Per pranzo, sovrapponi i ripieni del sandwich in modo che le proteine ​​vengano consumate prima del pane.

 

  1. Fibra a caricamento frontale

La fibra solubile di avena, lenticchie, frutti di bosco e altri alimenti integrali si lega alle molecole di zucchero nel tratto digestivo, facilitandone il rilascio nel sangue. Concentrarsi su cibi ricchi di fibre all’inizio di un pasto ritarda e riduce l’aumento dei carboidrati. Optare per zuppe di verdure o fagioli prima dei panini, insalate prima dei primi piatti e frullati di frutta seguiti da toast con burro di noci.

 

Food_Sequencing_Blood_Sugar_Control_Front_Loading_Fiber

Fonte immagine: https://www.health.com/high-fiber-foods-7112333

 

È anche saggio distribuire porzioni di cereali integrali ricchi di fibre come il riso integrale e la quinoa durante il giorno piuttosto che mangiarli tutti in una volta per evitare un’eccessiva fermentazione.

 

  1. Compresi grassi e proteine

L’aggiunta di grassi sani , burro di noci o avocado agli alimenti ricchi di carboidrati rallenta l’effetto metabolico. Ad esempio, immergi il toast integrale nell'hummus o nelle fette di formaggio invece di mangiarlo asciutto. Scegli condimenti per insalata a base di olio rispetto a quelli a base di aceto durante i pasti. Tutte le fonti proteiche offrono gli stessi vantaggi anche nel ritardare l'assunzione di carboidrati.

 

  1. Spuntini cronometrati di conseguenza

Incorporare due piccoli snack nutrienti contenenti proteine ​​o fibre tra i pasti garantisce consistenza. Buone scelte per spuntini sono noci e semi, yogurt, uova sode, frutta fresca o fette di verdura con burro di noci. Ottimizzano il controllo della glicemia riducendo al minimo l'assunzione di carboidrati dovuta all'appetito al pasto successivo programmato.

 Food_Sequencing_Blood_Sugar_Control_Timing_Snacks

 

  1. Monitoraggio con SIBIONICS GS1 CGM

Il sistema di monitoraggio continuo del glucosio (CGM) SIBIONICS GS1 consente agli utenti di ottenere informazioni preziose su come le loro attività e la sequenza dei pasti influiscono sui livelli di glucosio. Il suo sensore discreto e indossabile trasmette le letture del glucosio nel fluido interstiziale ogni 5 minuti per un massimo di 14 giorni ininterrottamente senza scansione o punture delle dita.

 SIBIONICS_GS1_CGM_Scan_Free_Continuous_Monitoring

 

In sintesi, sequenziare attentamente le fonti di carboidrati, proteine e grassi secondo i principi di base della combinazione alimentare fornisce un mezzo naturale per stabilizzare le oscillazioni della glicemia. La regolazione precisa dei modelli alimentari su misura per le esigenze individuali, come osservato attraverso le soluzioni SIBIONICS CGM , può aiutare in modo significativo la cura e il controllo del diabete senza grandi cambiamenti o vincoli dietetici. Con pazienza e monitoraggio, è possibile ottenere un’alimentazione piacevole ed equilibrata.

 

Domande frequenti:

D: L'ordine in cui mangi il cibo influisce sullo zucchero nel sangue?

R: Sì, l'ordine in cui mangi il cibo può influenzare i livelli di zucchero nel sangue. Consumare determinati alimenti, come proteine ​​e grassi sani, prima dei carboidrati può aiutare a rallentare l’assorbimento del glucosio nel flusso sanguigno, portando potenzialmente a livelli di zucchero nel sangue più stabili.

D: Quali sono i vantaggi del sequenziamento degli alimenti?

R: Il sequenziamento degli alimenti può offrire numerosi vantaggi, tra cui un migliore controllo della glicemia, una riduzione del rischio di picchi di zucchero nel sangue, una maggiore sazietà e un migliore assorbimento complessivo dei nutrienti.

D: Qual è l'ordine migliore da mangiare per il controllo della glicemia?

R: Un ordine raccomandato per il controllo della glicemia è iniziare con proteine ​​e grassi sani, seguiti da carboidrati ricchi di fibre. Questa sequenza può aiutare a ridurre al minimo i picchi di zucchero nel sangue e promuovere livelli di glucosio più stabili durante il giorno.

D: I diabetici dovrebbero mangiare prima le proteine?

R: Sì, i diabetici dovrebbero mirare a consumare cibi ricchi di proteine ​​prima o insieme ai carboidrati durante i pasti poiché le proteine ​​aiutano a stabilizzare lo zucchero nel sangue. Buone opzioni sono uova, noci, semi, carne, pesce, yogurt, ecc.

D: Quanto tempo occorre perché il sequenziamento degli alimenti aiuti a ridurre l'A1C?

R: La maggior parte dei soggetti riscontra un calo di A1C dello 0,5-1,0% entro 3-6 mesi. Sii coerente, registra i modelli e collabora con il tuo team sanitario per personalizzare il tuo piano in oltre 6 mesi per raggiungere gli obiettivi A1C ideali.

D: Quale pasto è più importante sequenziare correttamente?

R: La colazione è un pasto fondamentale per concentrarsi sul sequenziamento di carboidrati e proteine ​​a più di 30 minuti di distanza a causa del fenomeno dell'alba mattutina che aumenta i livelli di glucosio.


Sistema di monitoraggio continuo del glucosio (CGM) SIBIONICS GS1

Nuovo di zecca

Sistema di monitoraggio continuo del glucosio (CGM) SIBIONICS GS1

Letture del sensore altamente accurate
Glucosio continuo per 14 giorni
Monitoraggio Calibrazione gratuita
Nessuna scansione
Report AGP esportabili
IP28 impermeabile
Allarme glucosio personalizzabile
Applicazione facile da usare
Dati sul glucosio condivisibili in tempo reale

Acquista GS1